Fibre

FIBRE TESSILI – Sostanze prodotte dalla natura o dalla chimica che per la loro forma, struttura e proprietà si prestano a essere trasformate in filati e in tessuti. Sono fibre naturali quelle prodotte dalla natura. Fibre chimiche quelle ottenute in parte o totalmente mediante processi chimici. Fibre artificiali quelle tratte da sostanze fibrose già esistenti in natura e solo modificate dalla chimica (Si considerano tali le fibre in fiocco ed i filamenti ottenuti per trasformazione chimica di polimeri organici naturali (es.: cellulosa, caseina, proteine, alghe) quali Rayon Viscosa, Acetato di cellulosa, Cupro o Algato). Fibre sintetiche (es. Fibra Poliammidica alias Poliammide alias Nylon, realizzato e brevettato dalla Du Pont nel 1935, il suo nome nasce dalla fusione delle iniziali di New York (Ny) e Londra (Lon)), ( Poliestere, Terital, Pile, Polipropilene ecc.)quelle ricavate da sostanze non presenti in natura, ma prodotte dalla chimica per sintesi ( si considerano tali le fibre in fiocco ed i filamenti ottenuti per polimerizzazione di monomeri organici quali poliammidi, poliesteri, poliuretani o derivati polivinilici). Le fibre artificiali, a differenza di quelle sintetiche, sono ottenute dalla lavorazione della cellulosa trattata con sostanze chimiche, e non dalla diretta trasformazione di sostanze chimiche. La differenza sostanziale è che le fibre artificiali permettono una certa traspirazione del tessuto e generalmente accumulano meno cariche statiche. I termini Sintetiche o Artificiali si applicano ugualmente con lo stesso significato, all’espressione “materie tessili”.

Fibre ultima modifica: 2016-12-14T22:16:44+00:00 da Nonna Vanda« Back to Glossary Index

Leave a Reply